Y-CASE

COME REAGIRE AL COVID-19

Y-CASE
5 Punti per Vincere la battaglia

Interrogarsi sul tempo, sul futuro e sul passato ci fa sentire umani. La consapevolezza di non poter, a volte, comprendere queste dinamiche ci fa vivere il presente, anche se con uno sguardo proteso e sempre rivolto a ciò che ci riserverà il domani.
Per noi di Consilia Business Management il concetto di rischio assume quasi lo stesso significato divino del tempo. Eppure, la nostra missione è quella di gestire questa variabile essenziale, non prevedendola, ma provando ad aiutare chi invece intende pianificarla in un processo strutturato.
L’emergenza COVID 19 ha colto tutti impreparati, danneggiando con la casualità degli eventi anche il nostro straordinario paese.
Ci siamo interrogati molto, nello strano silenzio di Milano, sugli effetti che questa nuova situazione mondiale sta generando e continuerà a generare.

Azione-Reazione, una guida SOLIDA

Siamo solidali con tutte le imprese che vivono oggi più che mai il terrore dell’incertezza del futuro. In questo momento di fatturati incerti, ordini inevasi e magazzini fermi, volgiamo contribuire alla definizione di quella che secondo il nostro punto di vista è una strategia vincente di gestione dell’incerto. Così abbiamo individuato cinque punti di riflessione che riteniamo essere fondamentali in questo straordinario momento.

1 Verifica dei flussi

Il flusso di cassa è il parametro più importante per la sostenibilità. In questa fase bisogna tentare di capire quale impatto avranno gli effetti dell’epidemia sul cash flow della nostra azienda. Le principali variabili da tenere sotto controllo sono certamente fatturato, crediti, magazzino, costi fissi. Alcune imprese stanno già sperimentando l’interruzione o il forte calo dei ricavi, altre potrebbero avere questo effetto nel medio periodo. Seppure in assenza di segnali di riduzione dei volumi, tuttavia, è opportuno comprendere a fondo quale potrebbe essere l’impatto del coronavirus sui nostri clienti, sulla dinamica dei flussi, su tutte le macro grandezze aziendali, allo scopo di prevedere la sostenibilità dell’impresa. All’esito di questi approfondimenti sapremo rispondere meglio alla domanda se sarà necessario integrare il nostro patrimonio, se la ricerca dei flussi finanziari potrà essere soddisfatta da sufficienti fonti di autofinanziamento, se sarà invece necessario recuperare flussi da fonti tradizionali, alternative, innovative di terzi o mediante immissione di capitale da parte dei soci.

2 Fabbisogno futuro, tenuta del patrimonio e mantenimento del valore aziendale

Compresa la dimensione quantitativa del deficit riguardante i flussi, bisognerà chiedersi se le risorse necessarie alla relativa copertura saranno disponibili e se lo saranno al momento giusto ovvero se sarà necessario reperirle esternamente. La ricapitalizzazione aziendale ed il ricorso al debito sono due alternative. Ma ce ne sono molte altre che potrebbero essere altrettanto valide e che passano per soluzioni innovative o alternative alle fonti tradizionali.. Tutto questo avrà la specifica finalità di preservare il valore aziendale costruito nel tempo.

3 Ricorso agli aiuti previsti a livello nazionale ed europeo

È fondamentale conoscere e comprendere rapidamente gli aiuti che il Governo italiano, l’unione europea e gli altri enti stanno attivando per il sostegno alle imprese in questa fase. Queste procedure, in tempi di normalità, non sono seguite per via della loro impostazione spesso troppo burocratica e farraginosa. È fondamentale adesso prestare maggiore attenzione a tutti gli strumenti che possano in qualsiasi misura mitigare gli effetti dannosi che inevitabilmente si verificheranno.

4 Trarne un vantaggio

Se è vero che il tempo è denaro il COVID 19 rischia di farci diventare ricchi! Molte aziende, soprattutto quelle che rivolgono la propria offerta ai consumatori, hanno sospeso le proprie attività. È tempo di riflettere sulle strategie, sui modelli di business e sulle opportunità. È tempo di fare tutte quelle cose che non si ha mai il tempo di fare. Sfruttare le nuove tecnologie, la cui migrazione verso nuovi modelli richiede spesso tempo e ingenti sforzi, può essere un grande esempio di buon impiego del tempo che il VIRUS ci avrà regalato. Accompagnare, magari anche qui con nuova tecnologia, la crescita delle competenzze delle nostre persone, ci sembra altrettanto vantaggioso, perché ci consegnerà colleghi più competenti, preparati e motivati.

5 Imparare

Da tutte le esperienze si può trarre un insegnamento. La gestione dei rischi è un argomento che esprime tutta la sua verità quando, purtoppo, si verifica un evento negativo. Ma abbiamo capito che anche questo può essere di ausilio per imparare qualcosa di nuovo. Dotarsi di sistemi e processi di risk management consente all’impresa di non farsi trovare impreparata di fronte ad uno scenario imprevedibile o almeno di conoscere gli strumenti e le metodologie per governarne al meglio gli effetti, persino in nello scenario Y che oggi ci sta mostrando con tutto il fragore la sua eccezionalità.

Regione Lombardia: Avviso pubblico per l’adozione di piani aziendali di Smart Working

Consilia BM in partnership con Laborline srl, promuove l’utilizzo delle risorse a fondo perduto destinate da Regione Lombardia alle imprese che vorranno investire nello smart working.
L’intervento regionale assume una dimensione di grande interesse poiché finanzia sia la realizzazione di un piano di smart working aziendale, sia l’acquisto degli strumenti tecnologici (pc, tablet, smartphone, ecc…) necessari per la relativa attuazione

Approfondisci

Contattaci ora.

Perchè un anno negativo può capitare. Ma se saremo in futuro in grado di strutturarci meglio per gestire i potenziali rischi potremo contenerne gli effetti in tempo ed in modo più efficace e ne verremo fuori più rilassati, magari più digitalizzati e certamente più pronti per gestire una prossima inaspettata sfida.

Saremo felici di accompagnarti in questo momento difficile

Un Partner solido oggi è quello che puoi guadagnare per seguirti in ogni fase del tuo fabbisogno aziendale domani.

Contatti:

Corso Europa, 13 – Milano

Telefono: +39 02 873 89 370

segreteria@consiliabm.com | info@consiliabm.com

Fax: +39 02 873 89 371